Domani non vado.

Scritta da Bellerophontes su novembre 12, 2012
emozioni

foto di MV

Domani non vado.

Domani non vado perché posso ancora permettermelo.

Domani non vado perché questa sera mi ha ricordato chi ero, e chi sarò lo vedremo più avanti.

Domani non vado perché voglio accarezzare il mio cane sotto il glicine.

Domani non vado perché ieri volevo, dopodomani vorrò.

Domani non vado.

E sentirò gridare le sirene delle ambulanze dal mio giardino.

Coraggio ragazzi. lasciatemi un giorno, poi torno con voi.

Bellerophontes

Tags: ,

1 Commento

  • massimolegnani scrive:

    è una breve elegia a un riposo rubato a un giorno di lavoro, ma io la leggo come più profonda: la sirena dell’ambulanza una rivisitazione della tradizionale immagine della vecchia con la falce, la morte. e in questa lettura a parlare potrebbe essere un malato terminale che per un giorno si sottrae al proprio appuntamento. ml

Rispondi a massimolegnani Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>